Magazine

Cos’è e come funziona la domotica per la casa

29 ago 2022

La tecnologia digitale sta permeando anche gli ambienti domestici, agevolando le più comuni operazioni quotidiane e aumentando il comfort casalingo grazie ad automazioni, interconnessioni e soluzioni intelligenti, capaci di valorizzare le funzionalità di ciascun ambiente.

Uno degli elementi tecnologici chiave in questa trasformazione è rappresentato dalla domotica, ovvero dai sistemi capaci di trasformare un normale spazio in una smart-home. Ma di cosa si tratta, esattamente?

Quando parliamo di soluzioni domotiche, parliamo della possibilità di interconnettere tra loro diversi sistemi della casa, dalle chiusure all’impianto di riscaldamento, dall’impianto elettrico agli elettrodomestici, così da poterli gestire in modo coordinato e ottimale, anche da remoto, senza alcuno sforzo, ottenendo prestazioni d’eccellenza da ciascuno.

Insomma, un impianto domotico può organizzare e regolare le attività di ciascun sistema integrato – attraverso una centralina apposita – e rendere l’abitazione più efficiente e comoda, sotto ogni punto di vista. Tende da sole che si aprono e si chiudono a orari predefiniti o a seconda delle condizioni meteo? Una gestione personalizzata da remoto del riscaldamento? Fare lavatrici e lavastoviglie negli orari più convenienti, anche se non si è a casa? Con la domotica, è possibile.

 

Cosa può regolare un impianto domotico

Un impianto domotico a uso abitativo, infatti, può regolare moltissimi impianti e diverse applicazioni. Dall’illuminazione, con accensione, spegnimento e regolazione dell’intensità a seconda delle necessità (es. presenza o meno di qualcuno nell’ambiente, ai diversi orari del giorno), al controllo dei carichi corrente per evitare sovraccarichi; dalla termoregolazione, con raffrescamento e riscaldamento intelligenti, all’apertura e chiusura di tende, tapparelle e porte; dalla diffusione sonora agli impianti di sicurezza (allarmi, videosorveglianza).

Tutte queste funzioni sono attivabili e gestibili tramite diversi dispositivi: telecomandi appositi, app su smartphone per una gestione da remoto, oppure assistenti vocali. 

 

Vantaggi e svantaggi dell’impianto domotico 

Come valutare il passaggio da una gestione manuale a una intelligente della propria casa? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di un impianto domotico?

I pro sono facili da individuare: risparmio dei consumi, integrazione dei sistemi per un utilizzo coordinato più semplice, controllo completo – anche a distanza – di tutti gli ambienti.

I contro possono essere riassunti nei costi di installazione e integrazione dell’impianto, mai troppo bassi.

             

I costi di un impianto domotico

Un impianto domotico può costare da qualche migliaio di euro a poche centinaia, a seconda delle dimensioni della casa, dei sistemi da integrare e dalle funzionali richieste, nonché delle prestazioni.

È indubitabile che aumenti non solo la funzionalità, ma anche il valore dell’immobile, così come è ovvio che permette a chiunque di sfruttare a pieno tutto il potenziale della propria abitazione, in ogni momento.

A fare la differenza, spesso, sono la competenza e la sensibilità del consulente tecnico, in grado di trovare, in stallare e gestire la soluzione più adatta al cliente.

 

Cerchi istruzioni, cataloghi e brochure da consultare da remoto?

Scarica i materiali

Filtra per tipo di soluzione



Filtra per applicazione





Reset filtri

Nessun prodotto corrisponde alla ricerca